News

Vendemmia 2005: scarsa, ma di qualità

I viticoltori possono dichiararsi soddisfatti per i prezzi di realizzo della vendemmia 2005.

La statistica vinicola delle cantine sociali Raiffeisen dell’Alto Adige, per la stagione 2005/06, registra una vendemmia relativamente scarsa, ma con uve di qualità e un lieve incremento dei prezzi di realizzo.

Alle 17 cantine sociali appartengono 3.733 soci con una superficie vinicola di 3.154 ettari.
La quantità del raccolto del 2005, con i suoi 307.502 quintali, è stata la seconda più bassa dal 1989, soprattutto a causa delle condizioni climatiche, e questo ha provocato un calo nelle consegne del 20,1% rispetto allo scorso anno.

Incremento del realizzo
Sebbene i prezzi di vendita, mediamente, siano stati aumentati soltanto dell’1,6% e i costi al litro siano cresciuti del 13,4%, i prezzi di realizzo per soci e fornitori sono stati incrementati del 13,9%, a 1,54 € per kg d’uva. Anche l’incessante flessione, che da anni affligge il commercio al minuto, ha subito un arresto: la quantità venduta, di poco superiore a quella dell’anno scorso, ha toccato quasi i 19.800 ettolitri.

Richiesta di vini DOC
Nella stagione 2005/06, la vendita di vini DOC ha raggiunto i 19.000 ettolitri (9,5%): la produzione di vino è stata inferiore del 21,3% (57.900 ettolitri) e gli acquisti di DOC superiori di circa 5.000 ettolitri soltanto rispetto allo scorso anno, per cui, la maggior parte della vendita di DOC proviene dalle scorte. La vendita di vini da tavola, invece, ha subito un incremento di solo il 2,8%.

Bottiglie da litro in calo
Per la prima volta, è stato venduto più vino in bottiglie da 0,75 litri che in quelle da litro. Inoltre, è diminuita la percentuale del vino rosso, dal 57% dello scorso anno al 54%, mentre l’incremento di quella del bianco è da ricondurre soprattutto all’aumento del 4,6% (67,3 ettari) delle superfici e alla diminuzione delle coltivazioni di Schiava del 5,5% (-56,7 ettari). La Schiava ha rappresentato ancora un terzo della quantità consegnata, subendo però un calo superiore alla media del 27,4%.

Boom del Moscato giallo
Per quanto riguarda la varietà di rosso Lagrein, è da segnalare una diminuzione relativamente lieve del raccolto, pari al 12,4%, da ricondurre alla contemporanea espansione della superficie del 12,1%. Tra le varietà di vini bianchi, si segnala un maggiore interesse per il Ruländer, Gewürztraminer, Sauvignon e, recentemente, il Moscato giallo: quest’ultimo ha registrato un aumento di superficie del 65,3% e di quantità del 31,4%, rispetto alla vendemmia 2004.

vai all'archivio