News

Nuovo Winecenter a Caldaro

Committenti soddisfatti: Armin Dissertori e Helmuth Zozin, rispettivamente Presidente e Direttore della Cantina Sociale di Caldaro

A fine giugno, la Cantina Sociale di Caldaro ha festeggiato il suo 100° anniversario dalla fondazione aprendo, nel contempo, il Winecenter, un nuovo punto d’incontro per interessati e intenditori.

In occasione della festa del giubileo si sono dati appuntamento numerosi rappresentanti della politica e dell’economia altoatesina, così come clienti e soci della cantina. Dopo un periodo di costruzione durato solo sei mesi, il Presidente Armin Dissertori ha potuto presentare con orgoglio i nuovi locali della Cantina di Caldaro, affermando: “Il Winecenter è, allo stesso tempo, un regalo e un impegno per celebrare questo importante anniversario”.  

Rappresentazione
La nuova struttura a L, costruita dal gruppo di architetti viennesi “feld72” che si è aggiudicato la gara d’appalto, accoglie a pianterreno un’area dedicata alla vendita e alla degustazione e, più in alto, un bar con lounge, mentre il piano superiore è sede di un’ulteriore sala degustazioni e di una sala riunioni. Presso il Winecenter, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20, gli appassionati potranno non solo degustare i vini della Cantina di Caldaro, ma anche conoscere altri vini altoatesini selezionati, diventando così: “Un luogo d’incontro e di confronto”, come ci ha rivelato Armin Dissertori.

Un anniversario importante
Già al momento della fondazione, nel 1906, la filosofia principale della Cantina Sociale di Caldaro mirava a una produzione a costi controllati senza, tuttavia, rinunciare a un’elevata qualità. Questi principi l’hanno rapidamente qualificata come fornitore ufficiale di corte dell’Imperatore austriaco a Vienna. Attualmente, la cantina conta 410 soci per un totale di 290 ettari coltivati a vigneto.  

Benedizione e tanti auguri
Nel suo discorso di benvenuto, il Presidente della Giunta Provinciale Luis Durnwalder ha lodato la viticoltura locale, esortandola però alla cautela, a causa dell’andamento dei prezzi sui mercati internazionali. L’Assessore Provinciale Hans Berger ha espresso la sua speranza in merito al rafforzamento della collaborazione tra cantine vinicole altoatesine. Il clou della festa è stata la benedizione finale del Winecenter da parte di Padre Georg Reider. A ricordo dell’evento, gli ospiti convenuti hanno ricevuto in dono una bottiglia del giubileo, “La selezione del secolo”, e una pubblicazione celebrativa.    

Architettura moderna per vini pregiati: il nuovo Winecenter di Caldaro
vai all'archivio