News

“Una piattaforma per la finanza etica”

Giornalisti dell’Italia settentrionale in visita a un progetto finanziato da Ethical Banking a Lana. (cliccare per ingrandire)

Raiffeisen Ethical Banking, attraverso la concessione di microcrediti, sostiene iniziative sociali, ecologiche e culturali. Per diffondere i valori fondamentali della finanza etica, ossia la solidarietà, la responsabilità personale e l’auto-aiuto, è stata recentemente fondata una società promotrice. Markus Nöckler, del consiglio direttivo, illustra compiti e obiettivi dell’associazione.

Sig. Nöckler, a quale scopo è stata fondata la società promotrice?
Il successo di Ethical Banking testimonia il crescente interesse per i temi della finanza etica, ma ci siamo resi conto che molte persone desiderano avere maggiori informazioni su tale settore. La società nasce quindi per essere aperta a tutti, non solo ai potenziali clienti ma anche a coloro che non hanno i mezzi per investire: il suo obiettivo è quello di essere una piattaforma che promuove i valori della finanza etica.

Concretamente, come verranno realizzati tali obiettivi?
I nostri soci verranno costantemente informati riguardo agli sviluppi del settore. Saranno promosse, inoltre, diverse iniziative con forte risonanza, allo scopo di divulgare i temi della finanza etica. In settembre attendiamo Julia “Butterfly” Hill, ex-modella e ambientalista che, 12 anni fa, visse per due anni su una sequoia per impedirne l’abbattimento: con lei parleremo delle sue esperienze.
Sempre a settembre, nel “Wiesl” di Frowin Oberrauch, organizzeremo una festa di fine estate, a dimostrazione degli effetti della finanza etica: il progetto di Frowin, infatti, è stato finanziato dal settore “agricoltura biologica” di Ethical Banking. La festa prevede musica, prodotti del “commercio equo” e molto altro.

Chi può diventare socio e a quali condizioni?

Possono diventare soci tutti i privati che si interessano di finanza etica, così come aziende e associazioni. La quota associativa annuale è di 10 euro. I soci vengono regolarmente informati sui temi della finanza etica, sono invitati alle manifestazioni, possono partecipare ai corsi d’aggiornamento e hanno la possibilità di impegnarsi attivamente nella vita della società, concretizzando le proprie idee.

Quali sono stati gli ultimi sviluppi di Ethical Banking e quali saranno i suoi prossimi obiettivi?

La finanza etica costituisce per molti una valida alternativa, soprattutto in tempo di crisi, come dimostrano i dati di crescita: 30% nel 2008 e 25% in questa prima metà dell’anno. Attualmente possiamo vantare 1.200 clienti e depositi per oltre 25 milioni di euro. Il nostro obiettivo è quello di non fermarci mai: vogliamo che questo progetto continui a crescere, sviluppi sempre nuove idee e raggiunga un pubblico sempre più vasto.

Per saperne di più: www.ethicalbanking.it

vai all'archivio