News

Nuovo organismo di controllo per i vini DOC

Da ora, i vini DOC dell’Alto Adige verranno monitorati da un nuovo organismo di controllo della Camera di commercio.

A fine luglio, presso la Camera di Commercio di Bolzano, è stato istituito un nuovo organismo di controllo per la certificazione dei vini con denominazione d’origine controllata, i cosiddetti vini DOC.

Quest’incarico è stato assegnato dal Ministero per l’Agricoltura alla Camera di Commercio, trasformandola così in ufficio centrale per il controllo dell’intera produzione vinicola altoatesina.  

Organizzazione
Comune del Mercato Vitivinicolo Punto di partenza della nuova normativa è stata l’applicazione dell’Organizzazione Comune del Mercato Vitivinicolo, che prevede direttive più severe nella produzione di vini di qualità. Ciò ha reso indispensabile l’istituzione di un organismo di controllo indipendente sulla produzione dei vini DOC “dell’Alto Adige o altoatesini” e “di Caldaro o del Lago di Caldaro”.  

Piano di controllo
Insieme al Consorzio Vino Alto Adige è stato, dunque, elaborato un piano di controllo che regolamenta in modo dettagliato il monitoraggio della produzione vinicola. Nello specifico, vengono verificate la documentazione relativa alla registrazione nell’albo dei vigneti, le informazioni annuali sull’uva e la sua quantità nel vigneto prima della vendemmia.  

Tutela della viticoltura
L’attività dell’organismo di controllo si svolge anche a tutela della viticoltura altoatesina dalla concorrenza scorretta e dall’abuso del marchio DOC. Per questa ragione, verranno sottoposti a severi controlli anche i vini sul mercato.  

 

vai all'archivio