News

Assimoco: rinnovato il patto tra azionisti

I principali azionisti di Assimoco: Heiner Nicolussi-Leck (presidente della Federazione Raiffeisen Alto Adige), Luigi Marino (presidente di Confcoop), Friedrich Caspers (presidente del cda di R+V), Hans-Christian Marschler (membro del direttivo di R+V).

A inizio ottobre, è stato siglato a Berlino un importante patto tra azionisti, in cui Raiffeisen Alto Adige svolge un importante ruolo di trait d’union.

A Berlino, sede dell’istituto centrale delle Banche Popolari e delle Banche Raiffeisen tedesche, i principali azionisti della compagnia assicurativa del movimento cooperativistico Assimoco hanno prorogato l’accordo sottoscritto a Bressanone cinque anni prima. I contraenti sono la compagnia tedesca di assicurazione cooperativistica R+V Wiesbaden, la Federazione Cooperative Raiffeisen dell’Alto Adige, insieme a 31 Casse e Raiffeisen Servizi Assicurativi, nonché la Confederazione Cooperative Italiane con sede a Roma.

Allargamento della collaborazione
“Con la sottoscrizione di questo patto tra azionisti, continuiamo lungo la strada di una proficua cooperazione”, ha commentato Friedrich Caspers, presidente del cda di R+V, durante il suo discorso. “R+V sarà al fianco di Assimoco più che in passato, fornendo il proprio sostegno nell’ampliamento della quota di mercato in Italia”, ha aggiunto Caspers.
Sulla base della positiva esperienza degli ultimi anni, Luigi Marino, presidente di Confcooperative, è certo che, anche in futuro, la compagnia saprà proporre prodotti assicurativi di successo.

Trait d’union tra nord e sud
Heiner Nicolussi-Leck, presidente della Federazione Cooperative Raiffeisen dell’Alto Adige, ha sottolineato il significato dell’attività assicurativa per le Casse Raiffeisen altoatesine: in un lasso di tempo relativamente breve, Raiffeisen è riuscita a conquistare il 10% della quota di mercato locale. Quest’andamento è stato possibile anche grazie alla stretta collaborazione con Assimoco, che ha lasciato ampio spazio alle esigenze locali. “In quanto federazione regionale di modeste dimensioni, Raiffeisen ha assunto un’importante funzione mediatrice, al fine di favorire il dialogo e la comprensione reciproca al di là di ogni confine”, ha commentato Nicolussi-Leck. Attualmente Raiffeisen Alto Adige detiene una quota pari al 25% circa delle società Assimoco Danni e Assimoco Vita, mentre R+V è l’azionista principale con una partecipazione del 51%.

Ristrutturazione
Un elemento essenziale dell’accordo riguarda la ristrutturazione del Gruppo Assimoco. Anche in ottemperanza alle disposizioni in materia di vigilanza, Finassimoco e Assimoco procederanno ora alla fusione: ciò comporterà una struttura più snella e minori oneri amministrativi, ma richiederà anche l’individuazione di una precisa direzione di marcia per la nuova governance.
Uwe Fröhlich, presidente della Federazione delle Banche popolari e delle Banche Raiffeisen tedesche, ha evidenziato come in Germania le banche cooperative abbiano reagito molto bene alla crisi economico-finanziaria. “Sotto quest’aspetto, la collaborazione tra federazioni cooperativistiche acquista un nuovo significato”, ha aggiunto Fröhlich.

vai all'archivio