News

Milkon ottiene la certificazione ambientale

Agli inizi di gennaio, la cooperativa Milkon Alto Adige ha ottenuto la certificazione ambientale ISO 4001. Questo processo di certificazione volontaria ha l’obiettivo di ridurre al minimo l’impatto ambientale e documentare in maniera accurata il livello di tutela ecologica raggiunto dall’azienda. Ora è stato ufficialmente consegnato all’azienda l’attestato comprovante tale certificazione.

Fino ad oggi, la Latteria Sociale di Lagundo era l’unica cooperativa di raccolta latte dell’Alto Adige in possesso di una certificazione ISO, cui segue ora il “gigante” Milkon, con una quota di mercato pari al 61 percento dell’intera produzione altoatesina. “Abbiamo imboccato la strada giusta”, è stato il commento del Direttore Robert Zampieri, in occasione della presentazione presso la sede dell’azienda ai Piani di Bolzano.

Un forte legame tra economia ed ecologia
Nella primavera 2005, il Consiglio d’Amministrazione aveva deciso di elaborare un concetto ambientale che comprendesse tutti i settori delle aziende Mila di Bolzano e Senni di Brunico, concretizzato negli ultimi mesi con l’aiuto degli esperti dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e sotto la supervisione dell’Istituto austriaco di certificazione ÖQS. “Lo scontro tra economia ed ecologia è ormai un ricordo del passato”, ha affermato l’Assessore provinciale all’ambiente Michl Laimer durante la presentazione.

Nuove priorità
Per i dipendenti di Milkon Alto Adige, la certificazione comporta un radicale cambiamento del modo di pensare, che interessa tutti i settori produttivi. Wilfried von Mersi, responsabile della qualità presso Milkon, ha calcolato i risparmi potenziali per settore che l’azienda potrebbe ottenere nel corso di quest’esercizio:

  • riduzione delle acque di scarico di 110 t
  • riduzione degli imballi in cartone del 33%
  • riduzione dei rifiuti residuali del 7% a 53 t
  • riduzione del consumo di sostanze detergenti del 10%
  • riduzione del consumo energetico
  • riduzione del consumo idrico

Solo dalla riduzione delle acque di scarico, il piano elaborato da Mersi prevede un risparmio di 600.000 euro all’anno, con un minor esborso complessivo di circa 850.000 euro.

Un ritorno d’immagine
Per l’assessore Hans Berger, la certificazione ha un effetto di richiamo che si estende anche ad altre aziende: “La certificazione rappresenta un’ulteriore garanzia di qualità, oltre a fruttare un ottimo ritorno in termini d’immagine.”
Con la consegna ufficiale del certificato ISO nelle mani del Presidente Milkon Alfons Alber, il processo non si è tuttavia concluso: gli obiettivi ambientali e le misure per il loro raggiungimento continueranno ad essere monitorati annualmente dall’Istituto di certificazione. “In questo modo, cerchiamo di ottenere un vantaggio competitivo con i nostri grandi clienti e l’opportunità di acquisire nuove quote di mercato”, ci ha detto Zampieri.

 

Conferenza stampa pressp Milkon di Bolzano, in occasione della consegna ufficiale dell’attestato relativo alla certificazione ISO 4001.
vai all'archivio