News

Le patate valgono oro

Il Direttore Hanspeter Felder controlla la merce consegnata.

Gli agricoltori, più di qualunque altra categoria professionale, sono esposti ai capricci della natura. Mentre nell’esercizio 2005/06 i prezzi nelle cantine erano crollati, quest’anno i coltivatori di patate della Val Pusteria hanno potuto registrare un bilancio oltre modo positivo.

“Non registravamo un raccolto simile fin dalla siccità del 1976. S’è trattato del più elevato prezzo di realizzo all’ettaro degli ultimi 30 anni”, ha riferito Anton Kronbichler, Presidente della Cooperativa Produttori Sementi, all’assemblea generale a Teodone. A causa delle condizioni atmosferiche estreme e della forte richiesta, cresciuta in seguito alle perdite del raccolto verificatesi in tutt’Europa, nel 2006/2007 è stato possibile conseguire un prezzo di realizzo estremamente elevato.

Aumentati i ricavi
In Val Pusteria, sono stati coltivati a patate circa 152 ettari (+ 1,85 ettari): la quantità di raccolto consegnata ammonta a 4.925.000 kg (- 5,4%), con un raccolto medio di 33.907 kg/ettaro (- 2.812 kg/ettaro). I coltivatori hanno realizzato, perciò, un prezzo medio di 0,3033 euro al kg, senza scarto, registrando un incremento del 116% rispetto allo scorso anno, con un ricavo medio all’ettaro di 9.600 euro, il 93% in più rispetto al 2005/2006.

Favorito il radicchio
La Cooperativa Produttori Sementi, con sede a Brunico, conta attualmente 125 soci, così suddivisi: 83 sono specializzati in patate da semina e da consumo, 26 coltivano barbabietole, 1 il sedano rapa, 4 il cavolfiore, 3 il cavolo cappuccio e 7 producono diversi tipi di radicchio e altre insalate.

Coltivazione dell’insalata in aumento
La produzione d’insalata aumenta e il radicchio di Chioggia, con i suoi 4,5 ettari, fa registrare la più vasta superficie coltivabile. Durante il discorso di saluto, l’Assessore provinciale Hans Berger ha sottolineato come la scelta di puntare sul secondo pilastro della coltivazione orticola si sia rivelata oculata. A tale proposito, l’Assessore provinciale e il Presidente hanno ringraziato l’ex Direttore, Daniel Felder, per il lavoro svolto: da quando il 1º luglio ha raggiunto l’età pensionabile, gli è succeduto Hanspeter Felder.

In calo le barbabietole
La superficie coltivabile delle barbabietole è stata estesa di circa il 7%, tuttavia, non è stato possibile consegnarne quasi il 17%, a causa dell’infestazione di bruchi o della ticchiolatura. Perciò, la quantità ottenuta è calata di 160 vagoni, ovvero del 37%.
Quasi 0,5 ettari sono stati coltivati a sedano rapa: il raccolto medio è stato più scarso di circa la metà rispetto allo scorso anno, poiché non è stato irrigato artificialmente, e i prezzi medi di vendita sono cresciuti del 44,14%.

vai all'archivio