News

Giornata della Federazione Raiffeisen del Tirolo

In occasione della Giornata della Federazione Raiffeisen del Tirolo, tradizione vuole che non vengano presentati solo i bilanci delle cooperative aderenti, ma anche dibattute le tendenze socio-politiche in atto e i temi legati alle attività della federazione. Ospite e relatore d’onore, quest’anno, è stato l’ex commissario UE Franz Fischler.

L’economia austriaca volge nuovamente al bello: la crescita, nel quarto trimestre dello scorso anno, ha registrato il livello massimo di tutto il 2005. “Anche i consumi hanno ripreso vigore”, ha detto Peter Hechenberger, Presidente della Federazione Raiffeisen del Tirolo, in occasione della Giornata tenutasi a Innsbruck.

Aumenti moderati
Un aumento dei dati di bilancio del 2,5 percento, per quanto riguarda i depositi, e del 4 percento negli impieghi: è il dato saliente dell’esercizio 2005 delle 82 Casse Raiffeisen del Tirolo. Nonostante un quadro congiunturale complessivamente difficile, è stato possibile ottenere un risultato d’esercizio pari allo 0,4 percento della media di bilancio. Anche in altri settori economici, in cui operano le cooperative Raiffeisen, si sono registrate crescite modeste. Nel Tirolo, il prezzo del latte si è attestato mediamente a 30 centesimi al litro, sopra la media UE di 28,53 cent.

Burocrazia
“La nostra economia in scala ridotta sarà sempre più esposta a una minaccia di tipo particolare”, ha aggiunto Hechenberger. “Una burocrazia sconfinata e vincoli formali in crescita rappresentano un vantaggio competitivo per le grandi aziende”. A tal proposito, sono di grande utilità i contatti con la vicina Federazione delle Cooperative Bavarese e con quella Raiffeisen dell’Alto Adige.

Ristrutturazioni
Heiner Nicolussi-Leck, Presidente della Federazione delle Cooperative Raiffeisen dell’Alto Adige, ha sottolineato l’ottima collaborazione nell’ambito di un accordo siglato tra Baviera, Tirolo e Alto Adige. “Abbiamo problemi analoghi, che possiamo affrontare e risolvere meglio se ci presentiamo uniti”, ha sostenuto Nicolussi-Leck. Già lo scorso anno, la Federazione è stata interessata da ristrutturazioni, rendendo possibile tra l’altro una proposta più efficiente di servizi.

Uno Stato “imposto”
Franz Fischler ha parlato in maniera molto franca sul futuro politico dell’Europa. “L’Europa è uno Stato che nessuno vuole, ma in cui viviamo e lavoriamo”, ha affermato, denunciando la mancanza di democrazia e di partecipazione dei cittadini. Per questo, è importante prefissarsi obiettivi realistici che possano essere affrontati concretamente dai cittadini. Per il Tirolo, Fischler vede grandi prospettive future negli investimenti in tecnologia e ricerca e nella sua funzione di trait d’union tra Italia e Germania.

vai all'archivio