News

Buone prospettive per l’agricoltura

L’agricoltura può guardare al 2008 con fiducia.

L’agricoltura altoatesina ha chiuso un 2007 ricco di successi, che ha visto salire il prodotto interno lordo del 2,3 percento. La Camera di Commercio pronostica per quest’anno un indebolimento della congiuntura, ma per l’agricoltura le previsioni restano positive.

La Camera di Commercio ha da poco presentato le previsioni economiche per il 2008: in base a un’indagine effettuata tra le imprese locali, il 78% si dichiara soddisfatto dei risultati raggiunti nel 2007 (alla fine del 2006 era l’86%). Le maggiori difficoltà si riscontrano soprattutto nei settori dell’edilizia e del commercio al dettaglio.

Materie prime, tasse, serietà nei pagamenti
Secondo Stefan Perini della Camera di Commercio, le cause fondamentali di questo andamento sono da ricercarsi nella crescita dei prezzi delle materie prime, negli elevati oneri fiscali e nella decrescente serietà nei pagamenti.
Per il barometro dell’economia 2008, oltre alle cooperative agricole, sono stati consultati per la prima volta anche 300 agricoltori.

Atmosfera positiva
Per le cooperative agricole, le prospettive restano molto favorevoli: in base a un’inchiesta trasversale riguardante tutti e tre i settori, il 45% si aspetta un volume d’affari crescente, il 51% costante e solo il 9% in diminuzione. Il 40% prevede un andamento dei prezzi buono, il 60% soddisfacente. Elevato ottimismo soprattutto nel settore della frutta.

Valutazioni differenti
I frutticoltori intervistati sono quelli che hanno espresso il giudizio migliore riguardo all’andamento dei prezzi nel 2007, seguiti dai viticoltori e dai produttori di latte.
Se si confrontano le valutazioni delle cooperative agricole con quelle dei contadini, per quanto riguarda la frutticoltura il quadro coincide. Nel settore dell’industria casearia, invece, questi ultimi sembrano essere più pessimisti. Le maggiori differenze si riscontrano tra i viticoltori e le cantine sociali.

vai all'archivio