News

Alto Adige, voglia di fragole

Durante la Festa delle fragole in Val Martello, è stata tagliata un’enorme torta alle fragole che misurava ben 24 m².

Sono migliaia i cittadini e i turisti che hanno partecipato alla Festa delle fragole in Val Martello a fine giugno. Da tempo, ormai, la Val Martello è diventata la terra delle fragole per antonomasia. Ora, la Cooperativa Produttori Val Martello (MEG) vuole estendere il suo modello di successo a tutto l’Alto Adige.

Il tradizionale momento clou della Festa delle fragole è il taglio dell’enorme torta, eseguito quest’anno dall’Assessore provinciale Michl Laimer insieme alla nuova “reginetta delle fragole” Monika Perkmann. Il ricco programma d’intrattenimento ha visto, tra l’altro, la presentazione del Campionato juniores di biathlon che, a gennaio 2007, si disputerà per la prima volta in Alto Adige, il concorso di cucina per personalità, la presentazione di alcune specialità locali del Comune gemellato di Martignacco (Provincia di Udine) e la “Giornata porte aperte” del centro visite del Parco nazionale “culturamartell”.

Un’evoluzione coronata da successi
Vero promotore della coltivazione delle fragole è la Cooperativa Produttori Val Martello, nella persona del suo Direttore Manfred Gamper che, in qualità di sindaco, contribuisce a determinare anche la politica comunale. La crescita del settore è stata coronata da numerosi successi: oggi, i 66 soci della cooperativa coltivano 78 ettari a frutta e verdura, di cui 53 ettari a fragole e gli altri 15 a verdura, ribes, lamponi, ciliegie e albicocche. Le superfici coltivate si trovano nei Comuni di Martello, Laces, Silandro e Naturno.

Una crescita costante
Nel 2005, il fatturato complessivo ha superato i 3 milioni di euro, con una costante crescita del raccolto negli scorsi anni. Nel 2004, si è registrato un raccolto record di 815 tonnellate di fragole, mentre lo scorso anno si è attestato a 645 tonnellate. Grazie all’altitudine, le fragole hanno una maturazione molto lenta che favorisce il loro particolare aroma e, inoltre, vengono colte in un momento in cui, in gran parte dell’Europa, il raccolto è già terminato.

Nuove superfici coltivate
Attualmente, la MEG sta cercando di allungare i tempi di raccolta, introducendo nuove varietà, così da diventare più interessante per il commercio di commissione. Inoltre, vengono mantenuti i contatti con altri soggetti interessati, in tutto l’Alto Adige, che desiderano sperimentare la coltivazione di fragole. “In futuro, vogliamo operare in tutta la Provincia. Riteniamo che ciò sia possibile in diverse zone, come ad esempio in Val Pusteria, ma la commercializzazione deve passare sempre attraverso noi”, ci ha detto il Direttore Gamper in occasione della conferenza stampa. Contemporaneamente, il Direttore Karl Dietl ha presentato i nuovi prodotti: succo di fragole, nettare di fragole, succo di mela e fragole, succo di albicocche e fragole, tutti in confezioni Tetrapak da 0,2 l.

Degustazione delle fragole: Josef Wielander (Direttore di VI.P., Produttori della Val Venosta), Karl Dietl (Presidente di Vi.P.), Manfred Gamper (Direttore di MEG).
vai all'archivio