News

Al via la rete a banda larga in Alto Adige

Presentato l’allacciamento a banda larga di 44 comuni altoatesini in Giunta provinciale a Bolzano: Peter Nagler (Dir. ROL), Helmut Stroblmair (Presidente ROL), Peter Werth (Dir. RUN), Karl Manfredi (Dir. Brennercom), l’Assessore Hans Berger, Georg Plattner (Dir. RAS), Peter Gliera (Cassa di Risparmio).

Entro l’estate prossima, 44 comuni altoatesini avranno per la prima volta accesso alla rete a banda larga. L’appalto per i lavori di realizzazione è stato aggiudicato dall’Associazione temporanea d’imprese “Broadband 44+”, frutto della sinergia tra Brennercom, Raiffeisen OnLine (ROL) e Raising Unified Network (RUN).

L’Associazione temporanea d’imprese (A.T.I.) “Broadband 44+” ha convinto la Commissione provinciale con la sua proposta e, così, le aziende che ne fanno parte si sono impegnate ad allacciare alla rete a banda larga 44 comuni altoatesini entro il termine di 220 giorni, inferiore a quello fissato dalla Giunta provinciale (360 giorni). “L’A.T.I. si è aggiudicata l’appalto dei lavori, tra l’altro, perché può contare su una rete capillare, rappresentata in loco dalle singole Casse Raiffeisen”, ha affermato il competente Assessore provinciale Hans Berger in occasione della conferenza stampa a Palazzo provinciale.

Tempi brevi
In 13 comuni l’allacciamento sarà ultimato entro 100 giorni, in altri 10 in 140, in 11 comuni in 185 e negli ultimi 11 entro 220 giorni. “Possiamo vantare una pluriennale esperienza e vaste competenze nelle connessioni a banda larga”, ha sostenuto Peter Nagler, Direttore di Raiffeisen OnLine. L’importo complessivo dell’appalto ammonta a 6,9 milioni di euro, di cui 6 sono finanziati dalla Giunta provinciale.

Radiazioni contenute
L’intera infrastruttura si avvarrà della tecnologia a onde radio, così da consentire tempi rapidi di realizzazione e costi d’esercizio contenuti. Georg Plattner, direttore dell’emittente radiofonica Südtirol, ha spiegato che non sarà necessario piantare nuovi pali, poiché si potranno utilizzare quelli di RAS. Plattner ha dissipato inoltre i dubbi in materia ecologica, precisando che le radiazioni saranno limitate a un solo watt. Il grado di copertura sarà del 98% tra i privati e del 100% tra le aziende operanti sul relativo territorio comunale con oltre tre dipendenti.

Siglato il contratto
Al termine della conferenza stampa, i contraenti (RAS e Brennercom a nome dell’A.T.I.) hanno sottoscritto un contratto per la realizzazione del progetto. L’Assessore provinciale Berger ha ribadito che non verrà creato un monopolio ma che, al contrario, l’infrastruttura dovrà essere messa a disposizione anche di altri soggetti a prezzi di mercato. Questo è, infatti, uno dei vincoli imposti dall’autorità dell’Unione Europea garante della concorrenza e del mercato.

Tariffazione trasparente
Il costo d’attivazione sarà di 100 euro, mentre il canone mensile senza limite di ricezione dati sarà pari a 24,9 euro (IVA esclusa). Gli utenti dei relativi comuni possono presentare domanda d’allacciamento sin da subito, avvalendosi del numero verde 800 031 031 di Raiffeisen OnLine o attraverso il portale internet http://www.broadband44.net/it.html.

vai all'archivio