News

Abolita l’ICI sulla prima casa

L’esenzione dell’ICI si applica esclusivamente alle persone fisiche e all’abitazione principale, pertinenze incluse.

Uno dei primi disegni di legge del nuovo governo è entrato in vigore: a partire da quest’anno, non è più dovuta l’imposta immobiliare sull'abitzione principale. Tuttavia, da questo provvedimento traggono beneficio solo le persone fisiche.

 

La norma, entrata in vigore il 29 maggio scorso, prevede che l’unità abitativa utilizzata dal contribuente quale “prima casa” sia esentata dall’ICI a partire dal 2008. Tale esenzione ha effetto immediato: ciò significa che l’imposta sull’abitazione principale non sarà più dovuta a partire dalla rata di giugno.

 

Prima casa esente
È considerata “abitazione principale” quella così definita dalla legge sull’ICI (decreto legislativo n. 504/92) o equiparata per mezzo di apposita disposizione comunale. Pertanto, sono esenti le abitazioni in cui il contribuente ha la sua residenza anagrafica o in cui è abitualmente domiciliato. L’esenzione può essere fatta valere anche in altre circostanze, se previste da tale norma (ad es. uso a titolo gratuito di un’abitazione da parte di un familiare).

 

Esenti anche le pertinenze
Nonostante non siano espressamente citate dalla normativa, l’esenzione è estesa anche alle pertinenze della prima abitazione (ad es. garage, cantina o sottotetto), tenendo presente le eventuali limitazioni imposte dalla disposizione comunale. Dall’esonero sono, invece, escluse le unità abitative rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9 (abitazioni signorili, ville e castelli).

 

Solo persone fisiche
L’esenzione dell’ICI si applica esclusivamente alle persone fisiche e all’abitazione principale, pertinenze incluse, mentre l’imposta comunale è ancora dovuta per le altre unità immobiliari e i terreni fabbricabili. Chi avesse già pagato la prima rata 2008 dell’imposta immobiliare sulla prima casa, può fare domanda di rimborso al comune.

Ulteriori informazioni sono disponibili presso gli uffici delle imposte di ciascun comune.

 

vai all'archivio