Ricevimento stampa della Federazione Cooperative Raiffeisen 2019 con Markus Lanz

Il 28 marzo, presso il Parkhotel Laurin di Bolzano, si è tenuto l’annuale ricevimento stampa della Federazione Cooperative Raiffeisen dell’Alto Adige al motto “In media res – Persone che lasciano il segno”, alla presenza di Markus Lanz, apprezzato conduttore, produttore e giornalista.

Originario dell’Alto Adige, ma da anni residente ad Amburgo, Markus Lanz ha acquisito notorietà anche nella nostra regione grazie alla conduzione della fortunata trasmissione televisiva “Wetten dass”, oltre a essere una presenza fissa della programmazione serale dell’emittente tedesca ZDF, dove due volte alla settimana conduce un talk show che porta il suo nome. Conseguentemente forte è stato l’interesse dei rappresentanti dei media, accorsi al Parkhotel Laurin in oltre 70, tra giornalisti e redattori, per assistere al dibattito con la conduttrice Verena Gruber sul tema “L’opinione pubblica a un punto di svolta: l’attività mediatica nell’era del populismo”. Markus Lanz ha offerto un’interessante panoramica della sua attività, dei suoi viaggi in Russia, USA e Medioriente, ma anche dell’intenso scambio con altri professionisti della comunicazione operanti in ogni ambito.

Oltre 70 giornalisti e redattori hanno partecipato al ricevimento stampa della Federazione Raiffeisen presso l’Hotel Laurin, ospite Markus Lanz.
Paul Gasser (direttore generale della Federazione Raiffeisen), la moderatrice Verena Gruber, Markus Lanz e Herbert Von Leon (presidente della Federazione Raiffeisen)
“La nostra è diventata una società spietata"

Nel suo intervento, Lanz esprime il suo rammarico per l’imbarbarimento linguistico di media e società, sottolineando che i politici dovrebbero dimostrare maggiore consapevolezza sull’effetto delle parole. I periodi d’incertezza sono ideali per i populisti come Trump o Salvini, ha affermato. Gli eccessi del neoliberalismo mettono progressivamente in difficoltà il ceto medio, impoverendo sempre più persone, che si vergognano della loro impotenza, e fomentando l’odio verso la politica. “La nostra è diventata una società spietata, in cui il fallimento non viene rispettato”, ha dichiarato. Il ritiro dello stato dai servizi pubblici e la paura delle infiltrazioni straniere sono acque per i mulini dei populisti.

“La nuova e crudele valuta dei giornalisti”

Lanz ha descritto i canali online, i social media e internet come “la nuova e crudele valuta dei giornalisti”. Egli stesso non li ama, pur sfruttandone notevolmente le opportunità a scopi professionali, mai esibizionistici. Nel complesso non sarebbe male ridurre la velocità del giornalismo, per puntare maggiormente sulla sua qualità. “Dobbiamo dedicarci di più all’analisi, alla ricerca, alla selezione”. La rete si fa sempre più rapida e senza scrupoli. I giornalisti dovrebbero valutare, nella loro attività, se lasciarsi guidare dalla morale o dalla verità.  Egli stesso considera la propria professione un grande privilegio, di cui non si è ancora stancato: “Giornalismo e politica non sono mai stati così emozionanti come oggi!”

Il ricevimento stampa della Federazione Raiffeisen ha luogo quest’anno per la decima volta. Il suo obiettivo è sempre quello di fare luce su tematiche sociali di attualità dalla prospettiva di “persone che lasciano il segno”, offrendo ai rappresentanti dei media la possibilità di conoscere da vicino i relatori intervenuti.